KASABIAN

Opening Act: Saint Saviour

NOTE

Diciamolo subito: i Kasabian hanno creato un mostro. Una creatura che mettera{singlequote} soggezione ai seguaci, che infondera{singlequote} timore nel cuore dei nemici e che sembra pronta a starsene a cavalcioni del mondo alla stregua di un colosso. Pienamente giustificato, dunque, che a dargli il titolo sia una delle piu{singlequote} spaventose creature che abbiano mai calcato la Terra.

{singlequote}{singlequote}Il velociraptor era l{singlequote}unico dinosauro in grado di sconfiggere il Tyrannosaurus Rex{singlequote}{singlequote}, spiega il chitarrista e compositore della band Serge Pizzorno. {singlequote}{singlequote}Ci riusciva cacciando in branco e stando sempre insieme ai suoi simili. Quando incontrai Tom (Meighan, il cantante del gruppo) per la prima volta, mi disse che se mai avesse avuto una band l{singlequote}avrebbe chiamata i Velociraptors. Oggi e{singlequote} sembrato il momento giusto per usare quel nome, perché siamo sempre lo stesso gruppo di amici fraterni che eravamo quando abbiamo cominciato. E dopo l{singlequote}ultimo disco volevamo un titolo che fosse immediato e aggressivo{singlequote}{singlequote}.

L{singlequote} {singlequote}{singlequote}ultimo disco{singlequote}{singlequote} a cui Pizzorno si riferisce e{singlequote}, ovviamente, {singlequote}West Ryder Pauper Lunatic Asylum{singlequote}: terzo album nella discografia della band e secondo numero uno nelle classifiche inglesi, un capolavoro psichedelico che ha venduto quasi un milione di copie nel mondo (e la discreta cifra di 730.000 copie nel Regno Unito) confermando la collocazione dei Kasabian ai piani piu{singlequote} alti del rock britannico.

Oltre a procurare al nuovo decennio il primo vero inno da festival nelle fattezze del singolo {singlequote}{singlequote}Fire{singlequote}{singlequote} (un hit da Top 3 nelle charts inglesi), quel disco conteneva un impressionante assortimento di altre cose. Votato miglior album dalla rivista Q e nominato al Mercury Prize, ha fruttato alla band anche un premio come miglior gruppo britannico ai Brits, il riconoscimento di miglior album agli NME Awards e una quantita{singlequote} di altre nomination. {singlequote}{singlequote}E{singlequote} sorprendente essere diventati cosi{singlequote} popolari grazie a quel disco{singlequote}{singlequote}, dice Serge. {singlequote}{singlequote} {singlequote}West Ryder{singlequote} e{singlequote} stato il nostro {singlequote}Ogden{singlequote}s Nut Gone Flake{singlequote} (il {singlequote}{singlequote}classico{singlequote}{singlequote} datato 1968 degli Small Faces). In quell{singlequote}album tutto era perfetto. Ma lo abbiamo fatto ed e{singlequote} ora di andare avanti. Abbiamo alzato la posta in gioco{singlequote}{singlequote}.

Se {singlequote}WRPLA{singlequote} vedeva i Kasabian emergere da una sterminata palude di influenze con una propria identita{singlequote}, {singlequote}{singlequote}Velociraptor!{singlequote}{singlequote} e{singlequote} la stessa bestia ormai pienamente cresciuta. E{singlequote} il suono di una band che ha assorbito gli insegnamenti di diciotto mesi trascorsi a suonare negli stadi e sui palchi principali dei festival e li ha messi in pratica. Conferma Serge: {singlequote}{singlequote}Il successo di {singlequote}West Ryder{singlequote} e{singlequote} la dimostrazione che alla gente non piace farsi propinare sempre la stessa musica{singlequote}{singlequote}.
{singlequote}{singlequote}Come persone non siamo cambiati. In un palazzo elegante di Monaco o nel pub sotto casa siamo sempre il solito branco di ragazzi che ama sfottersi e scherzare. Ma avere successo significa che ora, musicalmente, possiamo andare dove vogliamo. E{singlequote} quello che mi e{singlequote} sempre piaciuto dei Beastie Boys, non sapevi mai cosa avrebbero fatto la volta successiva{singlequote}{singlequote}.

L{singlequote}ispirazione per il nuovo album e{singlequote} arrivata a notte fonda nella nuova casa di Serge, immersa nella campagna del Leicestershire. {singl
DOMENICA 15/07/2012 - LUCCA Summer Festival - ORE 00,00

NOTE

Diciamolo subito: i Kasabian hanno creato un mostro. Una creatura che mettera{singlequote} soggezione ai seguaci, che infondera{singlequote} timore nel cuore dei nemici e che sembra pronta a starsene a cavalcioni del mondo alla stregua di un colosso. Pienamente giustificato, dunque, che a dargli il titolo sia una delle piu{singlequote} spaventose creature che abbiano mai calcato la Terra.

{singlequote}{singlequote}Il velociraptor era l{singlequote}unico dinosauro in grado di sconfiggere il Tyrannosaurus Rex{singlequote}{singlequote}, spiega il chitarrista e compositore della band Serge Pizzorno. {singlequote}{singlequote}Ci riusciva cacciando in branco e stando sempre insieme ai suoi simili. Quando incontrai Tom (Meighan, il cantante del gruppo) per la prima volta, mi disse che se mai avesse avuto una band l{singlequote}avrebbe chiamata i Velociraptors. Oggi e{singlequote} sembrato il momento giusto per usare quel nome, perché siamo sempre lo stesso gruppo di amici fraterni che eravamo quando abbiamo cominciato. E dopo l{singlequote}ultimo disco volevamo un titolo che fosse immediato e aggressivo{singlequote}{singlequote}.

L{singlequote} {singlequote}{singlequote}ultimo disco{singlequote}{singlequote} a cui Pizzorno si riferisce e{singlequote}, ovviamente, {singlequote}West Ryder Pauper Lunatic Asylum{singlequote}: terzo album nella discografia della band e secondo numero uno nelle classifiche inglesi, un capolavoro psichedelico che ha venduto quasi un milione di copie nel mondo (e la discreta cifra di 730.000 copie nel Regno Unito) confermando la collocazione dei Kasabian ai piani piu{singlequote} alti del rock britannico.

Oltre a procurare al nuovo decennio il primo vero inno da festival nelle fattezze del singolo {singlequote}{singlequote}Fire{singlequote}{singlequote} (un hit da Top 3 nelle charts inglesi), quel disco conteneva un impressionante assortimento di altre cose. Votato miglior album dalla rivista Q e nominato al Mercury Prize, ha fruttato alla band anche un premio come miglior gruppo britannico ai Brits, il riconoscimento di miglior album agli NME Awards e una quantita{singlequote} di altre nomination. {singlequote}{singlequote}E{singlequote} sorprendente essere diventati cosi{singlequote} popolari grazie a quel disco{singlequote}{singlequote}, dice Serge. {singlequote}{singlequote} {singlequote}West Ryder{singlequote} e{singlequote} stato il nostro {singlequote}Ogden{singlequote}s Nut Gone Flake{singlequote} (il {singlequote}{singlequote}classico{singlequote}{singlequote} datato 1968 degli Small Faces). In quell{singlequote}album tutto era perfetto. Ma lo abbiamo fatto ed e{singlequote} ora di andare avanti. Abbiamo alzato la posta in gioco{singlequote}{singlequote}.

Se {singlequote}WRPLA{singlequote} vedeva i Kasabian emergere da una sterminata palude di influenze con una propria identita{singlequote}, {singlequote}{singlequote}Velociraptor!{singlequote}{singlequote} e{singlequote} la stessa bestia ormai pienamente cresciuta. E{singlequote} il suono di una band che ha assorbito gli insegnamenti di diciotto mesi trascorsi a suonare negli stadi e sui palchi principali dei festival e li ha messi in pratica. Conferma Serge: {singlequote}{singlequote}Il successo di {singlequote}West Ryder{singlequote} e{singlequote} la dimostrazione che alla gente non piace farsi propinare sempre la stessa musica{singlequote}{singlequote}.
{singlequote}{singlequote}Come persone non siamo cambiati. In un palazzo elegante di Monaco o nel pub sotto casa siamo sempre il solito branco di ragazzi che ama sfottersi e scherzare. Ma avere successo significa che ora, musicalmente, possiamo andare dove vogliamo. E{singlequote} quello che mi e{singlequote} sempre piaciuto dei Beastie Boys, non sapevi mai cosa avrebbero fatto la volta successiva{singlequote}{singlequote}.

L{singlequote}ispirazione per il nuovo album e{singlequote} arrivata a notte fonda nella nuova casa di Serge, immersa nella campagna del Leicestershire. {singl

CONDIVIDI